Giovanni Lorenzo Lulier – musicista del barocco romano

Musica Barocca

Condividi questa campagna

Aiuta a sensibilizzare la campagna per condividere questo widget. Basta inserire il seguente codice HTML in più posti sul web.

Codice di incorporamento

<iframe src="https://innamoratidellacultura.it/?ig_embed_widget=1&product_no=47" width="214" height="366" frameborder="0" scrolling="no" /></iframe>

Ti piace la musica barocca?  Sostieni la campagna per la realizzazione di un disco con le musiche di Giovanni Lorenzo Lulier, strumentista e compositore nella Roma di fine Seicento

Chi era Giovanni Lorenzo Lulier?  Nato nel 1660, Lulier, attivo a Roma, fu un compositore di cantate da camera, serenate, oratori, opere,  noto e stimato come “suonatore di violone”. Lulier era conosciuto dai suoi contemporanei con il nome di “Giovanni del violone” ed è proprio  con questo nome che  figura nell’intestazione della gran parte delle fonti delle sue musiche e sulla gran parte dei documenti archivistici che lo riguardino. Lulier ebbe tra i suoi principali mecenati due dei maggiori cardinali romani dell’epoca: Benedetto Pamphilj (tra il 1681 e il 1690) e Pietro Ottoboni (dal 1690 al 1700), mecenati per i quali lavorarono musicisti e compositori come Arcangelo Corelli, Alessandro Scarlatti, o, solo pochi anni più tardi, Georg Friedrich Händel. Tuttavia, nonostante una certa notorietà in vita, il compositore ha condiviso la sorte di decine di suoi contemporanei nel rapido oblio della sua musica.

Vogliamo riportare in vita le cantate di Lulier con un disco! 

Breve storia di una riscoperta

Il progetto è nato dal desiderio di incentivare la ricerca e il recupero delle musiche di Giovanni Lorenzo Lulier e sino ad oggi  ha concentrato l’attenzione  sul repertorio delle cantate da camera. Avviato dalle ricerche di Chiara Pelliccia, musicologa italiana studiosa di Lulier,  questo progetto ha mosso i primi passi grazie al sostegno del Centro Studi sulla Cantata Italiana (Università degli studi di Roma “TorVergata”) e del Centro Studi Santa Giacinta Marescotti di Vignanello (Premio Internazionale Francesco Maria Ruspoli), giungendo alla pubblicazione di un primo corposo studio e del catalogo tematico delle cantate da camera di Lulier (LIM, Miscellanea Ruspoli, II-2012). La Società Editrice di Musicologia (SEdM) ha sostenuto la realizzazione di due primi fascicoli di cantate da camera in edizione critica, a cura di Chiara Pelliccia come secondo e terzo numero della collana «Musica vocale da Camera» (rispettivamente: Cantate a voce sola, violoncello e basso continuo; Cantate a voce sola, due violini e basso continuo).

Dall’edizione critica al progetto discografico

La Società Editrice di Musicologia, secondo i suoi obiettivi statutari, vuole incentivare il recupero e la riscoperta delle musiche anche nella loro dimensione sonora, attraverso la promozione di concerti e incisioni discografiche, e favorendo un contatto sempre più proficuo tra musicisti e musicologi.

Il primo passo è stato un concerto, il 9 dicembre, a Roma! 

Il Roma Festival Barocco, da sempre sensibile ai temi del recupero della musica antica e della promozione di un dialogo tra musicologi e musicisti, ha incontrato anche nella sua X edizione gli obiettivi della SEdM, sostenendo in concerto la prima esecuzione in tempi moderni delle cantate di Giovanni Lorenzo Lulier dall’edizione critica SEdM, con la partecipazione dell’ensemble Accademia Ottoboni, del violoncellista Marco Ceccato e della voce di Francesca Boncompagni. Il concerto, ospitato anche in Magie Barocche - Festival internazionale del Val di Noto, si lega alla realizzazione da parte di Marco Ceccato e Accademia Ottoboni di un progetto discografico sulle cantate di Lulier con violoncello (per Alpha Outhere France). Il primo concerto ha avuto luogo a Roma, nella splendida cornice della chiesa di San Luigi dei Francesi, il 9 dicembre 2017 (ore 21,00). Nella stessa data si è tenuta una mattinata di studi su Lulier e le sue musiche, con il duplice obiettivo di introdurre al concerto e soprattutto di creare un momento di ricerca e riflessione intorno ad alcune questioni aperte nel contesto delle ricerche su Lulier: come l’influenza della professione di strumentista sul compositore, il ritrovamento di nuove fonti inedite delle sue musiche, le direzioni possibili per la ricerca.

[caption id="attachment_7988" align="alignright" width="745"] Un momento del concerto a Roma[/caption]

[caption id="attachment_7989" align="alignright" width="745"] Un momento del concerto a Catania[/caption]

Dopo i primi successi di quanto abbiamo ancora bisogno per realizzare il nostro disco?

La campagna di raccolta fondi prevede un obiettivo di 4000 euro che serviranno per coprire i costi di realizzazione del disco e quelli di promozione della campagna di crowdfunding.

Ci serve veramente l'aiuto di tutti voi per arrivare a raggiungere la cifra e rendere il nostro realtà il nostro obiettivo.

Seguiteci sui nostri canali social e condividete i nostri post !!

Facebook

SEdM

Accademia Ottoboni

Aggiornamenti

Lascia un commento

FAQ Progetto

#gallery-1 {
margin: auto;
}
#gallery-1 .gallery-item {
float: left;
margin-top: 10px;
text-align: center;
width: 33%;
}
#gallery-1 img {
border: 2px solid #cfcfcf;
}
#gallery-1 .gallery-caption {
margin-left: 0;
}
/* see gallery_shortcode() in wp-includes/media.php */

Iscriviti alla nostra newsletter, rimani aggiornato e sostieni la cultura italiana.